Evanescence

Gli Evanescence sono un gruppo gothic metal statunitense, formatosi a Little Rock nel 1995. La band prende il nome dalla parola “evanescenza”, ossia lo stato o l’atto di svanire.
La loro musica è incentrata su alternative metal, gothic metal (soprattutto agli esordi) e nu metal, con influenze anche dal symphonic metal. Hanno venduto più di 20 milioni di dischi sin dal 2003, con il celebre album Fallen.

Il gruppo fu fondato dalla vocalist Amy Lee e dal chitarrista Ben Moody. Solo nel 1999 si unì alla formazione il tastierista David Hodges, che tuttavia viene compreso tra i fondatori degli Evanescence.
Secondo alcune fonti, i primi due si sarebbero incontrati in un campo giovani in Arkansas, dove Moody ascoltò la Lee suonare al piano e cantare I’d Do Anything For Love (But I Won’t Do That) di Meat Loaf, anche se Amy Lee ha smentito questa voce in un’intervista rilasciata a Rolling Stone: « Basta con quella diceria, non ho mai suonato pezzi di Meat Loaf e non credo lo farò mai. Non sarei qui se le canzoni non sapessi scriverle da sola ». Avendo poi scoperto di condividere una passione per Jimi Hendrix e Björk, Lee e Moody iniziarono a scrivere canzoni insieme.
Per diverso tempo non trovarono altri musicisti con cui suonare e, non avendo i fondi necessari per pagare un’assistenza professionale, non poterono esibirsi dal vivo. Ma ben presto una delle loro canzoni, Understanding (dal loro Evanescence EP), incominciò ad essere trasmessa alla radio e trovò posto nelle classifiche locali, facendo lievitare le richieste di esibizioni dal vivo. Quando finalmente la band riuscì ad esibirsi, diventò una delle più popolari della zona.
I primi rilasci della band furono due EP: Evanescence nel 1998 e Sound Asleep nel 1999 (quest’ultimo è conosciuto anche con il nome di Whisper), entrambi diffusi con l’aiuto dei discografici della BigWig Enterprises. Nel 2000 invece, la band pubblicò il suo primo album in studio, Origin, promosso sempre dalla BigWig Enterprise in un’edizione limitata di 2500 copie. È comunque Fallen il primo album degli Evanescence, in quanto i lavori appena menzionati abbiano avuto un rilascio limitato (non a caso sono attualmente molto ricercati dai collezionisti).
Amy Lee stessa non li considera dei veri album, quanto invece dei semplici demo (alcuni dei quali, afferma, non hanno nemmeno un’esecuzione perfetta) che furono inviate a case discografiche. In risposta, durante un’intervista, Lee ha incoraggiato i fan a scaricare le canzoni più vecchie della band tramite Internet.
La stessa Lee ha espresso più volte il desiderio di pubblicare un cofanetto contenente i vecchi rilasci e « canzoni – dichiara – di cui nemmeno voi fan più accaniti siete a conoscenza », ma non esistono conferme ufficiali.

Nel 2002, al termine della registrazione del nuovo materiale, David Hodges lasciò la band spontaneamente, in quanto riteneva che la sua permanenza avrebbe portato la band ad una maggiore ed erronea appartenenza al rock cristiano. Nel 2003 viene pubblicato Fallen, il celebre album di debutto della band (14 milioni di copie vendute nel mondo, 7 volte disco di platino e una volta disco d’oro), e primo pubblicato con una Major: Wind-Up Records.
Il nuovo album presenta temi religiosi, come in Tourniquet ad esempio (una cover dei Soul Embraced), ed a questo dobbiamo l’iniziale etichettamento della band come cristiana. Si scatenarono molte polemiche finché finalmente i negozi cristiani, che fino ad allora avevano promosso gli Evanescence, accantonarono Fallen: Amy Lee, insistette una volta per tutte sul fatto che gli Evanescence non hanno mai voluto diffondere alcun messaggio religioso, pur essendo lei stessa cristiana.
Il loro primo singolo estratto da Fallen, Bring Me to Life, riscosse un successo globale, arrivando addirittura al quinto posto dell’American Billboard Hot 100. Il brano venne incluso anche nella colonna sonora del film Daredevil e, insieme alla ancor più popolare My Immortal (terzo singolo), permise alla band di vincere due Grammy Awards nel 2004: uno come Best Hard Rock Performance e l’altro come Best New Artist. Nello stesso anno in cui vinsero i due Grammy Awards, Amy Lee, insieme alla band Seether, incise il singolo Broken, che fece da soundtrack al film The Punisher.

Nell’ottobre 2003, Moody lasciò gli Evanescence nel bel mezzo del tour europeo, senza spiegare il perché di questa sua scelta. Diversi mesi dopo, Amy Lee dichiarò in un’intervista: « Eravamo arrivati ad un punto che se qualcosa non fosse cambiato non saremmo stati capaci di fare un secondo disco ».
Da diverse dichiarazioni trapela lo stato di tensione in cui lavorava la band ma, come racconta una voce poi confermata dallo stesso Moody, il motivo principale fu quello di un grave disturbo diagnosticato al chitarrista a fine 2003: il disturbo bipolare. Conferma della voce giunge indirettamente anche da un singolo degli Evanescence del 2007, Lithium, in cui si parla appunto del litio, una sostanza utilizzata come medicina per la cura del disordine bipolare.
Wes Borland, storico chitarrista dei Limp Bizkit, fu nominato come sostituto di Moody, tanto che Lee lo descrisse come un amico, proponendogli addirittura di scrivere insieme il loro disco successivo. Ma alla fine fu Terry Balsamo (dei Cold) ad unirsi al gruppo. Il 23 novembre 2004, la nuova formazione rilasciò Anywhere but Home, un DVD contenente un live allo Zenith di Parigi, i video musicali sino ad allora pubblicati ed oltre un’ora di dietro le quinte. Al DVD è allegato un CD con l’audio del concerto, avente come bonus l’inedito brano Missing; il DVD contiene invece una performance live di Bring Me to Life registrata a Las Vegas, come Easter Egg.

Dopo due anni di completo silenzio, intervallati solo da post di Amy Lee su Evboard, tra il 25 settembre e il 3 ottobre 2006 gli Evanescence rilasciarono il loro tanto atteso secondo album, The Open Door, registrato tra settembre 2005 e marzo 2006 al Record Plant Studios di Los Angeles ed anticipato dal singolo Call Me When You’re Sober.
Amy Lee dichiarò di essere uscita dalla sessione di registrazione dell’album come purificata, e che il nuovo materiale la soddisfaceva molto.
L’album subì un lento processo compositivo e lunghi tempi di produzione a causa di un ictus che colpì Terry Balsamo e per il volere della stessa Lee, che desiderava un processo lungo e non affrettato per massimizzare la fase creativa. The Open Door alla sua uscita risultò essere l’album più acquistato al mondo, registrando circa 800.000 copie vendute solo nella prima settimana ed aggiudicandosi il disco di platino negli USA già l’8 novembre 2006. Tuttavia l’album non ha mai riscosso lo stesso successo di Fallen, infatti oggi si registra un totale di circa 5 milioni di copie vendute nel mondo che si oppongono alle 14 milioni di copie del precedente album.
Il 5 ottobre 2006 iniziò il tour per promuovere il nuovo album, insieme al nuovo bassista Tim McCord, in sostituzione di Will Boyd, il quale lasciò la band nel luglio 2006 poiché sentiva l’esigenza di passare più tempo con la famiglia. Inoltre il 4 maggio 2007, durante il tour di The Open Door, Amy Lee licenziò il chitarrista John LeCompt (il quale è stato obbligato dalla Wind-Up Records a non rivelare i motivi del licenziamento) e di conseguenza anche il batterista Rocky Gray abbandonò la band. I due vennero rispettivamente sostituiti da Will Hunt e Troy McLawhorn, attuali membri della Hard Rock band Dark New Day, per portare a termine il tour in corso. Dopo l’ultima data del tour, l’ 8 dicembre 2007, la collaborazione dei due musicisti fu, da contratto, da considerare conclusa, tuttavia non sono ancora state rilasciate notizie ufficiali riguardante la futura line-up.
Con un post nel MySpace dei Dark New Day, Will Hunt ha confermato la sua futura permanenza nella band di origine, facendo supporre che non continuerà a collaborare con gli Evanescence; Troy McLawhorn invece ha definitivamente lasciato la band unendosi ai Seether, sebbene non esistano comunicati ufficiali sull’argomento.

Amy Lee ha eseguito un inedito chiamato Your Love, agli Songwriter Icon Award 2008. La canzone ripete più volte le parole « Wait Forever » (tanto che inizialmente si pensava che queste parole fossero il titolo) ed è molto probabilmente dedicata al marito di Lee, Josh Hartzler.

Nel settembre 2008 viene reso noto che il chitarrista e co-compositore di The Open Door, Terry Balsamo, porterà avanti un progetto parallelo insieme a Sam Rivers, bassista dei Limp Bizkit. Il 6 ottobre 2008 viene annunciato che Balsamo diverrà il nuovo chitarrista dei Limp Bizkit a tempo pieno.

La Lee è stata invitata a partecipare alla realizzazione della raccolta Nightmare Revisited: la frontwoman degli Evanescence ha interpretato il remake di Sally’s Song. La raccolta è stata rilasciata il 30 settembre 2008. In occasione del The Tonight Show del 13 ottobre 2008 e della Premiere 3D di Nightmare Before Christmas del 17 ottobre 2008 a Los Angeles, la Lee ha suonato il brano dal vivo utilizzando per la prima volta l’arpa e senza l’accompagnamento della sua band (ad eccezione del bassista Tim McCord).

Il 23 febbraio 2009 Amy Lee e Terry Balsamo si esibiscono durante l’evento Legends and Lyrics a Nashville. Nello stesso periodo viene confermato che Terry si unirà ai Cold per il loro imminente tour negli Stati Uniti.

Info Concerto:

Ippodromo San Siro, Milano